Logo del sito
Il tuo livello:
Livello minimo per pubblicare: 4
Livello minimo per commentare: 1

Sezione STEM:     

Adesione al “Mese delle STEM- Le studentesse vogliono contare”


L’obiettivo del percorso progettato nelle nostra scuola in occasione del “Mese delle STEM” è quello di contrastare lo stereotipo per cui le studentesse hanno poca attitudine rispetto alle discipline STEM ( discipline scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche) e verrà perseguito attraverso attività formative di coding, che vedranno protagoniste le studentesse sia in presenza che on-line, percorsi di ricerca sulla storia delle donne nella ricerca scientifica e un incontro con ricercatrici e professioniste che abbiano intrapreso con successo un percorso professionale in ambito scientifico.
Il percorso di coding sarà realizzato dalla docente di matematica e vedrà impegnate un gruppo di studenti di quarta liceo scientifico e della seconda liceo delle scienze umane.
I percorsi sulla storia delle donne nella ricerca scientifica saranno proposte a tutte le classi dell’Istituto come attivita’ per il mese di marzo. I prodotti saranno condivisi.
L’incontro con ricercatrici e professioniste sarà realizzato in collaborazione con il Soroptimist Club del Verbano e mirerà a coinvolgere tutte le studentesse del liceo. Questa parte del percorso è prevista in orario extrascolastico.
Le motivazioni che hanno portato a fare questa scelta di percorso sono legate alla validità formativa dell’acquisizione dei concetti di base del pensiero computazionale e alla convinzione che confrontarsi con chi ha concretamente scelto di lavorare in ambito scientifico possa essere di stimolo e di riferimento per le giovani studentesse. Per questi motivi si sono avviate le attività formative a scuola e si è chiesta la collaborazione di un ente sul territorio attento alle tematiche relative al mondo femminile.
Nella società contemporanea, in cui la tecnologia dipende in misura fondamentale dall’informatica e la presenza dei calcolatori (computer ) diventa diffusa, avere familiarità con i concetti di base dell’informatica è un elemento indispensabile del processo di formazione di tutte le persone. E’ ormai chiaro a tutti che i benefici del “pensiero computazionale ” si estendono a tutte le professioni. Avvocati, insegnanti, dirigenti di azienda, psicologi, architetti, medici, funzionari di amministrazioni – solo per citare alcune professioni – ogni giorno devono affrontare problemi complessi e ipotizzare soluzioni che prevedono più fasi e la collaborazione.
Il pensiero computazionale aiuta a sviluppare competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente. Il modo più semplice e divertente di sviluppare il pensiero computazionale è attraverso la programmazionecoding. L'efficacia del messaggio che quotidianamente trasmettiamo in classe, passa necessariamente attraverso l'uso di strumenti e codici che sono più vicini ai nostri studenti. La risoluzione di schemi di labirinto di code.org. e’ senza dubbio un ottimo modo per iniziare per chi sa poco o nulla di programmazione e più in generale di informatica.
La prima tappa del percorso sarà il codingunplugged, cioè carta, penna e lavagna tradizionale, per prendere confidenza con il linguaggio. "Qui si insegna a ragionare" perché il pensiero computazionale si basa sulla riflessione. Si proporrà un problema autentico da risolvere (in ogni prodotto smart c’è un microprocessore da programmare ed animare).Si assimileranno concetti complessi come gli algoritmi e i diagrammi di flusso. Si affronterà il problema con tutte le tecnologie disponibili, dal gesso per la lavagna alle matite colorate alla tastiera del computer al touch dei dispositivi mobili. Quindi tutta la tecnologia diventerà strumento didattico". Dopo aver esplorato l’ambiente di Scratch ed appreso le nozioni basilari del software, le alunne cominceranno a programmare con Scratch. Infine, indosseranno i panni dei reporterper documentare l'iniziativa e raccontarla.
L’incontro con le ricercatrici e professioniste, in collaborazione con il Soroptimist Club del Verbano, avvera’ in orario extrascolastico, per permettere di partecipare a tutte le studentesse dei vari indirizzi del liceo. Questa attività si propone come momento di riflessione e stimolo per tutte le ragazze orientate a proseguire il proprio percorso di studio in ambito scientifico, ma anche per quelle che non hanno ancora scelto la propria strada e potrebbero decidere di spendere la propria intelligenza e la propria energia in questo tipo di studi.
La promozione dell’avanzamento della condizione della donna è l’obiettivo primario del Soroptimist International, che in tutto il mondo sostiene progetti a favore dei diritti e della formazione femminile. In particolare nel biennio 2015-2017 l’attenzione di alcuni progetti è sulla formazione femminile nelle materie scientifiche, per sostenere nelle giovani la preparazione la professionale e l’attribuzione di competenze innovative, con la consapevolezza che “più una donna è preparata più ha possibilità di entrare nel futuro mercato del lavoro, di acquisire indipendenza finanziaria e di combattere le differenze di genere”.
In questo percorso è sicuramente un elemento importante il lavoro in sinergia, con gli stesso obiettivi, della scuola con un’associazione che opera nel territorio.


accedi a code.org
accedi a classe 2bsu
accedi a classe 4dsc
accedi a classe 4csc























Inviato il 04-03-2016 da: scarpa                            LEGGI I COMMENTI A QUESTO ARTICOLO                  Crea PDF